mercoledì 18 febbraio 2009

Vivere con lentezza

In una giornata condizionata dalla fretta la fortuna è incontrare un esserino come questo che attraversa il ponte come me.



E allora un pensiero...
Lui, come me, sa qual'è la sua meta.
Lui, come me, la raggiungerà di sicuro.
Ma lui lo farà col suo ritmo... io con quello che mi sono imposta.

Se siete diventati troppo bravi a correre ascoltate dal lettore del blog il brano " Take me coco" e pensate alla prima regola del vivere con lentezza...

CORRERE QUANDO DOBBIAMO
RALLENTARE QUANDO POSSIAMO

P.S: Non è per niente facile

12 commenti:

pino ha detto...

bellissimi scatti!! complimenti

jessica.c ha detto...

...la foto è ovviamente bellissima!diciamo che sei stata molto assistita dalla fortuna!e le fotografie più belle sono sempre quelle non cercate...questa lo dimostra!

Cindry ha detto...

Ciao Pino e benvenuto sul mio Blog... ho visitato il tuo e ho visto che ami anche tu la fotografia come me.
Complimenti anche a te! Le tue fotomi piacciono molto... anche i quadri :)

Anonimo ha detto...

VIVERE QUANDO VOGLIAMO

elisabettabernuzzi ha detto...

Ecco i comandalenti presi dal sito:
www.vivereconlentezza.it

I 14 comandalenti

1) Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.
2) Se siamo in coda nel traffico o alla cassa di un supermercato, evitiamo di arrabbiarci e usiamo questo tempo per programmare mentalmente la serata o per scambiare due chiacchiere con il vicino di carrello.
3) Se entrate in un bar per un caffè:ricordatevi di salutare il barista, gustarvi il caffè e risalutare barista e cassiera al momento dell'uscita(questa regola vale per tutti i negozi, in ufficio e anche in
ascensore)
4) Scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro o cara...
5) Quando è possibile, evitiamo di fare due cose contemporaneamente come telefonare e scrivere al computer...se no si rischia di diventare scortesi, imprecisi e approssimativi.
6) Evitiamo di iscrivere noi o i nostri figli ad una scuola o una palestra dall'altra parte della città
7) Non riempire l'agenda della nostra giornata di appuntamenti, anche se piacevoli, impariamo a dire qualche no e ad avere dei momenti di vuoto.
8) Non correte per forza a fare la spesa, senz'altro la vostra dispensa vi consentirà di cucinare una buona cenetta dal primo al dolce.
9) Anche se potrebbe costare un po' di più, ogni tanto concediamoci una visitina al negozio sottocasa, risparmieremo in tempo e saremo meno stressati.
10) Facciamo una camminata, soli o in compagnia, invece di incolonnarci in auto per raggiungere la solita trattoria fuori porta.
11) La sera leggete i giornali e non continuate a fare zapping davanti alla tv.
12) Evitate qualche viaggio nei week-end o durante i lunghi ponti, ma gustatevi la vostra città, qualunque essa sia.
13) Se avete 15 giorni di ferie, dedicatene 10 alle vacanze e utilizzate i rimanenti come decompressione pre o post vacanza.
14)Smettiamo di continuare a ripetere:"non ho tempo". Il continuare a farlo non ci farà certo sembrare più importanti.

... e i 7 comandalenti in cucina

1) Il cibo è la tua prima medicina: insegna Ippocrate... crediamoci!
2) La poesia del cibo inizia quando facciamo la spesa: scegliamo prodotti di stagione e di qualità. Se vogliamo risparmiare diminuiamo la quantità: che è anche un'ottima scelta per controllare colesterolo e peso.
3) E' scientificamente provato che l'acqua non bolle prima se continuiamo a osservarla: quindi senza fretta appassioniamoci alla preparazione della nostra cenetta e apparecchiamo con cura la tavola, un fiore?
4) Utilizziamo tutti i nostri sensi per godere dei singoli ingredienti: la vista, il tatto, l'olfatto, il gusto ... anche l'udito (i rumori della cucina fanno tanto casa e calore!).
5) Gustiamo ogni forchettata e ogni piccolo sorso di quel vino che, anche se da incompetenti, avremo scelto con amore e cura.
6) Evitiamo il "due in uno"! Se mangiamo non telefoniamo, se telefoniamo non mangiamo.
7)Non precipitiamoci ... il cinema, la lavastoviglie, l'ultimo ritocco al computer, ecc. aspettano

BETTYeNIKI ha detto...

i comandamenti del vivere con lentezza sono facili da scrivere, ma difficili da eseguire! Cara Eli ne riparliamo quando sarà nato Riccardino e vedrai quanto si corre con un bimbo in casa e quanti meno spazi per te stessa riuscirai a trovare... per me è stato così! Per Maria: complimenti per la foto!

monica ha detto...

è una aspirazione lontana.
ma se il bruchetto ti ha fatto fermare, e fa fermare me.
ehi amico! beato te!
beh vuole dire che un pò di lentezza ce la hai offerta..
:-)

monica ha detto...

so che non è il luogo adatto ma ho bisogno di qualche dritta sulle creative commons ....
organizziamo una pizza prossimamente così oltre a vederci ... mi dici qualcosa in merito....?

Cindry ha detto...

Per Elisabetta:
di certo non pretendevo di dare insegnamenti pratici di vita, questo post era solo un piccolo momento di pausa, forse il mio modo di rallentare.
Grazie comunque, sono consigli utili quelli che hai proposto.

Per Monica:
vediamoci quando vuoi, mi fa sempre piacere... e grazie per esserti fermata a fare passare il bruchetto.

Per Jessica:
da brava fotografa lo sai meglio di me che la fortuna arriva quando meno te l'aspetti... mai uscire senza la macchinetta.

Capitano ha detto...

LA FORTUNA di avere incontrato un delizioso esserino,
LA SENSIBILITA' di averlo notato,
LA PAZIENZA di avere atteso che fosse nella posizione giusta per scattare.
Questo fa la differenza.

Fulvia ha detto...

fai delle foto stupende!! inserirò il tuo blog nei miei preferiti

Cindry ha detto...

Uauuh... grazie Fulvia.
Anche i tuoi lavori mi piacciono molto.